Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Cittadinanza: non serve il test di lingua per titolari di permesso lungo soggiornanti CE

Cittadinanza: non serve il test di lingua per titolari di permesso lungo soggiornanti CE

22-04-2020   

I titoli di soggiorno rilasciati con dicitura “CE” sono da considerarsi a tutti gli effetti assimilati ai permessi soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo”

Lo conferma il Ministero dell’Interno in risposta ad una richiesta di accesso civico dell’ INCA Nazionale .

L’azione si era resa necessaria dopo che, a seguito delle modifiche alla procedura per la richiesta di cittadinanza italiana intervenute con il Decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113, convertito con modificazioni dalla Legge 1 dicembre 2018, n. 132, le Prefetture richiedevano anche ai titolari dei permessi CE per soggiornanti di lungo periodo un’adeguata conoscenza della lingua italiana tramite una certificazione attestante il livello richiesto di conoscenza linguistica o tramite titoli di studio ottenuti in Italia, secondo le indicazioni ministeriali diramate attraverso la circolare del 25 gennaio 2019.

Con un messaggio inviato attraverso la Piattaforma SICITT lo scorso 4 dicembre 2019 il Ministero dell’Interno, tuttavia, informava che :

Sono pervenuti numerosi quesiti in ordine all’equiparazione del permesso di soggiorno riportante la dicitura CE e non UE per soggiornanti di lungo periodo. Al riguardo, sentito il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si comunica che i titolari di soggiorno rilasciati con dicitura “CE” sono da considerarsi, a tutti gli effetti, assimilati ai permessi di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.

Lo rendeva noto la rete dell’offerta dei corsi di italiano per immigrati del comune di Venezia qui.

L’INCA CGIL ha successivamente inviato una richiesta di accesso civico per poter ottenere maggiori informazioni e chiarimenti .La risposta è arrivata il 24 marzo 2020 attraverso un documento che conferma “le indicazioni interpretative delle innovazioni normative” che conferma l’equiparazione dei permessi di soggiorno UE e CE . Pertanto per poter fare domanda di cittadinanza non è richiesto un ulteriore test di italiano per i titolari del permesso per soggiornanti di lungo periodo.

 Si ringrazia l’INCA CGIL per la segnalazione.

Tags: -