Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Cittadinanza italiana

Secondo la legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni,  si può chiedere la cittadinanza italiana, se sono presenti i seguenti requisiti: 

Nascita

L’acquisto automatico della cittadinanza per nascita nel territorio italiano, da genitori non cittadini italiani, è previsto solo:
- se entrambi i genitori sono ignoti o apolidi;
- se il figlio non segue la cittadinanza dei genitori secondo la legge dello Stato al quale questi appartengono.
Acquista la cittadinanza italiana anche il figlio di genitori italiani nato all'estero.

Residenza

Il cittadino straniero nato e residente in Italia senza interruzioni fino alla maggiore età, acquista la cittadinanza italiana se, entro il 19° anno di età, dichiara di volerla acquistare con una dichiarazione all’Ufficiale di Stato civile.

Naturalizzazione

La cittadinanza per naturalizzazione viene concessa al cittadino straniero:
- dopo 10 anni di residenza legale in Italia per il cittadino non comunitario;
- dopo 4 anni di residenza legale in Italia per il cittadino comunitario;
- che abbia almeno uno dei genitori od un parente di secondo grado cittadino italiano per nascita, legalmente residente in Italia da almeno 3 anni;
- maggiorenne adottato da un cittadino italiano che risieda legalmente in Italia da almeno 5 anni dopo l'adozione;
- al cittadino straniero in possesso dello status di apolide o di rifugiato, dopo 5 anni di residenza legale in Italia.

Matrimonio

Il cittadino/a straniero che sposa un cittadino/a italiano può fare domanda per la cittadinanza italiana se, dopo il matrimonio, risiede legalmente da almeno 2 anni in Italia oppure dopo 3 anni dalla data del matrimonio in caso di residenza all'estero.
E' possibile ottenere la cittadinanza qualora al momento dell'adozione della cittadinanza non sia intervenuto lo scioglimento, l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio e non sussista la separazione personale dei coniugi. I termini per ottenere la cittadinanza sono ridotti della metà in presenza di figli, ovviamente nati o adottati dai coniugi: 1 anno in caso di residenza in Italia e 18 mesi in caso di residenza all'estero.

A partire dal 1° giugno 2012, viene attribuita ai prefetti la competenza ad adottare provvedimenti in materia di concessione o diniego della cittadinanza nei confronti di cittadini stranieri coniugi di cittadini italiani. 

Discendenza di cittadini italiani

Il cittadino straniero discendente fino al IV grado di italiani emigrati all'estero, con cittadinanza italiana, può ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana.

E' possibile consultare lo stato di avanzamento della pratica: consulta la pratica.

La legislazione sul tema della cittadinanza (dal Ministero Interno)

 

Perdita della cittadinanza

   Per rinuncia espressa nei seguenti casi:

  • Risiedendo all’estero, se in possesso di altra cittadinanza
  • alla maggiore età, se in possesso di un’altra cittadinanza, quando la cittadinanza italiana è stata acquisita durante la minore età per effetto della naturalizzazione dei genitori
  • alla maggiore età, per revoca dell’adozione, se in possesso di altra cittadinanza

 Automaticamente nei seguenti casi:

  • In caso di revoca dell’adozione per fatto imputabile all’adottato
  • per non aver ottemperato all’intimazione del Governo di abbandonare un incarico pubblico accettato presso uno Stato estero o il servizio militare prestato presso un altro Stato

 

Riacquisto della cittadinanza

Su domanda
  • Stabilendo la residenza in Italia entro un anno dalla dichiarazione di riacquisto
  • assumendo un pubblico impiego alle dipendenze dello Stato
Automaticamente
  • Entro un anno dalla fissazione della residenza in Italia se non vi è stata rinuncia espressa da parte dell’interessato

 

 

OTTOBRE 2014

  • Dal 21 ottobre 2014 le comunicazione con la Direzione centrale per i Diritti civili, la Cittadinanza e le Minoranze, potranno avvenire tramite gli indirizzi P.E.C. in allegato

 

Dal 18 maggio 2015 la richiesta di cittadinanza italiana potrà essere presentata online. Dal 18 giugno le domande verranno acquisite esclusivamente con modalità informatica.

Tags: -